«Corso Europa, cantiere chiuso a luglio»

«In corso Europa c'è un cantiere, che ha creato disagi, ma che era indispensabile attivare per mettere in sicurezza la strada. I lavori si concluderanno alla fine di questo mese. Per luglio e agosto è prevista l'asfaltatura, da parte di Aster, dei tratti più problematici per gli automobilisti. A seguire, verrà ripristinata la segnaletica». L'assessore Anna Maria Dagnino ieri in sala Rossa ha risposto così all'interrogazione del consigliere del gruppo misto Franco De Benedictis, che ha lanciato ancora una volta l'allarme per i lavori infiniti sulla più importante arteria del traffico del levante genovese: «Non è possibile andare avanti con disagi su disagi. Gli automobilisti e i residenti si lamentano perché ci sono troppi ritardi sui lavori previsti. Il cantiere avrebbe dovuto chiudere già da tempo». Ieri durante l'assemblea comunale, il consigliere Pdl Stefano Balleari è riuscito a far approvare un emendamento che prevede il dimezzamento del compenso attribuito all'amministratore unico dei Bagni Marina, l'ex assessore Roberta Morgano. Gli emolumenti passano così da 40mila a 20mila euro all'anno. È stato approvato anche il ripiano delle perdite e la trasformazione dei Bagni Marina Spa in Srl.
Durante il question time, il consigliere della Lista Musso, Pietro Salemi, ha chiesto all'assessore Carla Sibilla «quali siano le iniziative di coordinamento e di stimolo che il Comune intende mettere in campo per l'Expo 2015». «Lo scorso aprile il Comitato milanese – ha spiegato Sibilla – ha comunicato che i suoi interlocutori sarebbero state le Regioni. Così gli accordi saranno fatti da quegli enti. Il Comune è aggiornato sugli avvenimenti e venerdì prossimo incontreremo gli uffici regionali incaricati. Tursi sarà responsabile dell'organizzazione degli eventi sul territorio cittadino, ma anche a livello regionale. Per la parte relativa alla gestione diretta del Comune, il nostro tavolo di promozione verrà implementato con Anci Liguria e i rappresentanti degli altri capoluoghi di provincia. Per la parte turistica, la regia è stata affidata all'agenzia InLIguria».
Il consigliere del Pd Gianni Vassallo ieri ha chiesto ancora una volta spiegazioni sulla «situazione produttiva e occupazionale di Piaggio Industrie». «Il problema è relativo alla compagine azionaria – ha spiegato il vicesindaco Stefano Bernini – che non è disposta a dare venti milioni di euro per la messa a punto di progetti innovativi».