Il debutto in «società» del nuovo pinguino

Aveva un mese di vita e pesava 2 chili quando è uscito per la prima volta dal nido, poche settimane fa. È il pinguino di Magellano nato il 18 giugno scorso all'Acquario di Genova, ma di cui solo ieri si è avuta notizia. In ordine di tempo è il quinto caso che si verifica nella vasca subantartica della struttura. Per sapere sesso e nome il pubblico dovrà aspettare ancora un po': sarà infatti l'esame del dna, sulle piume che il piccolo perderà durante la prima muta, a rivelare se si tratta di un maschietto o di una femminuccia. Il pinguino è nato da un uovo deposto il 6 maggio nel nido nella parete della vasca espositiva e covato alternativamente dai genitori, gli stessi di Diana, Freezy e Frost, nati rispettivamente nel 2008, nel 2010 e nel 2011. Il piccolo, ancora nutrito dai genitori che rigurgitano nel suo becco il cibo predigerito, raggiungerà l'indipendenza in un periodo variabile tra le 9 e le 17 settimane. Intorno ai tre mesi di vita, con la prima muta, la peluria grigia verrà sostituita dal piumaggio bianco e nero degli adulti, che, essendo impermeabile, gli consentirà l'ingresso in acqua. I pinguini di Magellano sono animali monogami, formano coppie estremamente stabili che possono durare per tutta la vita. Vivono lungo le coste orientali e occidentali del Sud America a partire da Cile e Argentina fino a Capo Horn e alle isole Falkland. Le femmine raggiungono la maturità sessuale intorno ai 4 anni mentre i maschi intorno ai 5 anni.