il derby dei tifosi

Ariecccolo! L'indomito Caccavalle, dal suo bunker di Corte Lambruschini, lancia proclami deliranti e senza senso.
Perfino i suoi più fedelissimi gerarchi Fazio, Tedeschi e Marta Vincenzi restano sbigottiti alle sue farneticazioni.
Ma non c'è verso. La spocchia resiste anche dopo una batosta del genere. L'astio ed il livore vengono scelte come via maestra per coprire la realtà, triste e disperata.
Comunque, Caccavalle, si rilassi.
Preziosi la scelta l'ha già fatta. Ha scelto la squadra di Genova ed il suo grande popolo. Ha scelto chi non lascerebbe mai vuota la Nord in un derby per salvarsi, come invece i multicolor han fatto parzialmente domenica (e quelli che c'erano hanno il mio massimo rispetto). Ha scelto chi anche nei peggiori momenti non ha mai sfasciato la «freccia rossoblù». Ha scelto un popolo che non l'ha minimamente contestato per cessioni quali Milito, Ranocchia, Ferrari, Motta, tanto per nominarne alcuni, ma che s'è sempre schierato al suo fianco. Ha scelto un popolo che nonostante Spinelli, scerni, Mauro, Dalla costa & C. è ancora vivo e grazie a lui, ha ritrovato la supremazia cittadina. Voi dopo una serie di presidenti simili sareste a giocare con la Rivarolese (nata comunque prima di voi), avendovi visto sputare alla figlia di chi vi ha dato uno scudetto, ed a chi vi ha salvato dalla sparizione.
E certamente non vuol avere nulla a che fare con gente che l'ha selvaggiamente preso in giro, che ha cavalcato la storia della valigetta, che non ha mai avuto classe tanto nella supremazia quanto nella disgrazia.
Dunque sarebbe meglio che si dedicasse al finale di campionato. Con una salvezza ancora possibile, sebbene immeritata. Invece... il fascino della provocazione, l'attaccarsi all'indifendibile.... beh, è il suo pane.
Come quelli che sparano sentenze sulla diatriba Milanetto-gradinata, quale scialuppa di salvataggio per la pappina presa da Boselli al 97°! Posso dire patetici!?!
Dunque, non le resta che la pillolina di cianuro non appena le truppe nemiche entreranno nel suo regno blucerchiato. Il cane però lo risparmi. È quello di Nonno Boskov (un grandissimo sebbene rivale, che fa ottant’anni ed al quale faccio i miei auguri). E visto che gioca meglio di Perdomo, magari il prossimo anno potrebbe servirvi...
Ps non voleva il nostro aiuto nel derby e credo sia stato esaudito. Però almeno ringrazi!