«Dobbiamo garantirci il pagamento delle spese del nostro quotidiano»

Parliamo, in questa pagina, di «salute finanziaria». Ci aiutano in queste informazioni due esperte Carige, Michela Sossella (Marketing Carige) e Anna Avanzino (Bancassicurazioni-Carige).

Il concetto di salute finanziaria parte da una visione della persona nel suo insieme, con tutte le sue peculiarità, le sue esigenze, i suoi progetti.
Avere una buona «salute finanziaria» significa avere la ragionevole certezza di possedere quanto serve per pagare le spese, sostenere i debiti, permettersi qualche «lusso», accantonare risparmi per il futuro e poter far fronte senza problemi a spese inattese o eventi imprevisti.
In pratica avere il controllo della propria situazione sotto il profilo economico, rimuovendo per quanto possibile ciò che può minacciarla.
E in questo chi può essere d'aiuto? Le banche?
Il cliente di una banca è abituato a chiedere consulenza specifica su prodotti o servizi tipicamente «bancari», e generalmente partendo di volta in volta da una particolare esigenza del momento: devo comprare casa e chiedo un mutuo, devo partire per le vacanze e mi serve la carta di credito, ho una somma da investire e chiedo un consiglio...
Ci piace pensare di poter fare qualcosa di più, aiutare i clienti ad andare oltre alla singola specifica esigenza del momento, aiutarli a disegnare un quadro della loro situazione economica complessiva di oggi, pianificando l'utilizzo delle proprie esigenze, la risposta alle loro necessità.
È un modo per essere ancora più vicino ai clienti nelle scelte concrete di tutti i giorni. E se si guarda al futuro, non si può tener conto anche di quanto di «imprevisto» può accadere e scombussolare quanto si è faticosamente costruito e pianificato.