Doria e Bernini spiazzano la sinistra e danno il via libera al Terzo Valico

Marco Doria e la sua giunta accelerano per parare i colpi che arrivano dalla loro stessa maggioranza. Il caos sollevato dalla mozione presentata due giorni fa in consiglio comunale da Federazione della Sinistra, Sel e Lista Doria alla quale hanno partecipato anche i grillini, ha costretto il vicesindaco Stefano Bernini ad ingranare la marcia sorpassando l’iter dell’aula: oggi la giunta comunale, infatti, si riunirà per dare l’avvio ai primi cantieri del Terzo Valico ferroviario da Genova verso la pianura padana. Ad annunciarlo, ieri, lo stesso Bernini. «Il Comune consegnerà le aree all’azienda vincitrice dell’appalto, per cominciare a lavorare al Terzo Valico, i cantieri si apriranno a breve». «Restiamo convinti dell’utilità per Genova del Terzo Valico ferroviario - ha detto Bernini -. Siamo nel caso di un valico ferroviario che va ad aggiungersi ad altri insufficienti anche tecnicamente».
Una accelerazione che spiazza chi aveva creduto nella possibilità di bloccare l’opera infrastrutturale coinvolgendo anche l’indole non propriamente a favore delle grandi opere dimostrata dal sindaco Marco Doria già dalla campagna per le elezioni primarie del centrosinistra. Critiche all’atteggiamento di una parte della maggioranza ieri sono arrivate anche dall’assessore regionale alle infrastrutture Raffaella Paita, dall’assessore alla salute Claudio Montaldo e dal presidente dell’Autorità Portuale Luigi Merlo: «Opporsi a quest’opera significa fare un assist per i porti del Nord Europa - ha commentato Merlo -. È legittimo che il consiglio comunale discuta su ogni cosa, e che vi possano essere opinioni contrarie, ma è preoccupante il fatto che non vi sia la consapevolezza che quest’opera è significativa per lo sviluppo e la difesa del lavoro». Per Enrico Musso «è sconfortante lo spettacolo offerto in questi giorni ai genovesi: contro la mozione firmata dalla lista Doria, scende in campo Marco Doria medesimo, che assicura che la giunta darà via libera ai cantieri. C’è una sub-maggioranza che renderà difficile governare Genova».
Sempre sulla scelta dei consiglieri di Fds, Sel e Lista Doria di chiedere una moratoria Bernini ha aggiunto: «Ci ha sorpreso che sia stata buttata lì come una scena di teatro anziché oggetto di un dialogo e di un confronto all’interno della maggioranza». Intanto, per oggi fuori da palazzo Tursi è prevista una manifestazione dei No Tav contro il Terzo Valico ferroviario.