E risposta Buoni o cattivi a seconda dei fatti

Carissimo Traverso, ringrazio lei, Antonio e Gigi (nonostante il «leppegusu») dell’affetto e dell’interesse per il Giornale e, si parva licet, anche per me.
Vi ringrazio anche delle critiche, perchè - come sempre - aiutano a crescere. Anche se mi viene un dubbio: ringraziare per le critiche non sarà un atteggiamento troppo «sdolcinato»?
Scherzi a parte, come sempre pubblico le lettere di critica in tutta evidenza. Fortunatamente, sono poche e possiamo permettercelo senza problemi. Soprattutto - come scrivete benissimo voi - lavoriamo in un signor Giornale, un Giornale di cui siamo orgogliosi ogni giorno di più, grazie anche a un direttore con i controfiocchi e anche i controqualcosaltro come Mario Giordano, che non mi stancherò mai di ringraziare anche pubblicamente per la libertà e il piacere di lavorare. Merce rara, rarissima. Che però qui è di casa, come lo era con .
E vengo alla vostra critica. Sono troppo buono. E lo sono (...)