E il sindaco Doria non muove un dito per il teatro-miracolo

Se mi avessero raccontato, un giorno, che avrei partecipato alla stessa manifestazione dove c'era don Gallo, dicendo più o meno le stesse cose, anzi forse anche in modo più forte, probabilmente avrei fatto chiamare gli infermieri.
Invece, è successo sul serio. E la causa lo meritava assolutamente, perchè eravamo insieme alla manifestazione organizzata dagli Amici dell'Archivolto, da Officine Sampierdarenesi, dall'Auser, dall'associazione dei commercianti di San Pier d'Arena e dagli Amici di piazza Settembrini per chiedere la salvezza del teatro dell'Archivolto, a rischio per i tagli alla cultura.
I motivi per cui l'Archivolto è un valore aggiunto li ho ripetuti decine e decine di volte sul Giornale: fa teatro di altissima qualità, portando a Genova il meglio che c'è a disposizione, da Claudio Bisio a Neri Marcorè, (...)