Via Fillak: strada del degrado, ma nessuno intervieneRaccolta firme a Comune e Municipio, ma nessuna risposta

Trecento firme raccolte e spedite lo scorso 31 gennaio a Sindaco, giunta comunale, polizia municipale e al presidente del municipio Centro Ovest. Firme in calce ad una petizione per chiedere maggiore attenzione ai tanti problemi di via Walter Fillak il lungo stradone che collega Sampierdarena e Certosa, il municipio Centro Ovest con quello della Valpolcevera. Un rettilineo che speso è scambiato dagli automobilisti per una superstrada e la velocità dei mezzi diventa un problema per i tanti pedoni che devono attraversare su strisce pedonali senza segnalatori nè semafori. «Abbiamo chiesto tante volte che possa essere installato un semaforo a chiamata ma nessuno ci ha mai degnato di risposta - spiegano i promotori dell'iniziativa -. Eppoi l'asfalto è dissestato, l'illuminazione pubblica è inesistente ». Ma quello che viene chiesto a gran voce dai residenti della zona sono controlli più frequenti da parte della polizia municipale sia per l'alata velocità a cui trasnitano le automobili sia per le soste selvagge in zona che non permettono alle persone di camminare sui marciapiedi creando notevoli disagi ai disabili che non possono passare con le carrozzine: «Chiediamo la possibilità nei giorni festivi di poter parcheggiare le macchine nella corsia degli autobus per evitare il parcheggio nel marciapiede come si dovrebbe fare in una società civile. Le paline della segnaletica sono inclinate e la sefgnaletica stradale da rifare». Tanti problemi ma nemmeno una risposta dalle istituzioni.