Un flash mob per salvare il Modena

(...) uno dei punti di riferimento per 60mila persone di un quartiere già difficile e complicato di suo, come Sampierdarena, ora sta passando uno dei momenti peggiori della sua storia. È dal 1997 che il Teatro dell'Archivolto opera a Sampierdarena, dopo che si è fatto carico dell'opera di restauro del Teatro Gustavo Modena e successivamente della Sala Mercato, un'operazione che ha valorizzato e restituito alla città di Genova due spazi che si trovavano in uno stato di pesante degrado. Spettacoli serali, attività per le scuole, incontri, laboratori, seminari, presidio culturale e sociale di un quartiere: tutto questo adesso rischia di non esserci più.
E proprio per richiamare l'attenzione sul valore e il ruolo di questo teatro, alcune associazioni di Sampierdarena (Amici dell'Archivolto, Officine Sampierdarenesi, Auser Martinetti, Associazione Commercianti di San Pier D'Arena, Amici di Piazza Settembrini e Spazio Danza 2) hanno organizzato un flash mob (diretto da Spazio Danza 2) martedì alle 18 davanti al Teatro in piazza Modena.
Subito dopo il flash mob (e un breve momento di intrattenimento con Mauro Pirovano), al Modena ci sarà un incontro pubblico promosso dall'Archivolto a cui parteciperanno la direttrice Pina Rando e il direttore artistico Giorgio Gallione. Il dibattito sarà coordinato dai giornalisti Massimiliano Lussana, caporedattore dell'edizione genovese del Giornale e Raffaele Niri, de la Repubblica.