Foce, furto in Posta con cesoie

La malavita non dorme mai. Il bollettino delle ultime ore registra numerosi episodi ben poco edificanti a Genova. Rapina a mano armata (di cesoie), ieri pomeriggio, all'ufficio postale di corso Marconi alla Foce. Un bandito, che indossava occhiali da sole ed era armato di forbici appuntite, ha fatto irruzione nell'ufficio minacciando dipendenti e cassieri, si è fatto consegnare circa 500 euro in contanti e s'è dato alla fuga. Versante furti: tre interventi della polizia per merce non pagata. Il primo al supermercato In's di via Cerruti, a Sestri Ponente: una trentaquattrenne rumena è stata fermata oltre le casse dove aveva pagato solo una bottiglia d'acqua, con alcuni prodotti alimentari del valore di 12 euro nascosti all'interno di un passeggino. È scattata la denuncia. Secondo intervento nel negozio Leroy Merlin, in via Renata Banchi: un cinquantenne italiano ha rotto le confezioni di prodotti elettrici del valore di 71 euro e li ha nascosti nei pantaloni. È stato individuato da un cassiere, fermato e denunciato. Terzo episodio nel negozio Scarpe & Scarpe di via Rivarolo, dove due donne forse nomadi si sono impossessate di un paio di sandali e sono scappate. L'antitaccheggio ha dato l'allarme, ma una di loro ha favorito la fuga della compagna aggredendo un dipendente dell'esercizio. Infine, ignoti hanno rubato nella notte in due negozi di profumeria (10 mila euro il bottino) e di abbigliamento (3mila euro) in piazzale Parenzo, a Marassi.