Frutta e verdura sui banchi per imparare a mangiar bene

Con la chiusura delle scuole è giunto a termine, per quest'anno scolastico, anche il programma «Frutta nelle scuole in Liguria». Si tratta dell'iniziativa per la quale frutta e verdura vengono distribuite nell'intervallo di metà mattina, per la merenda di oltre 23.400 bambini in 194 scuole elementari della Liguria, dove, grazie al programma «Frutta nelle scuole», si sono consumate più di 195 tonnellate di prodotti freschi e di stagione. Questo il bilancio della quarta edizione di Frutta nelle scuole, portata avanti per la Regione Liguria da «Benessere a colori», raggruppamento temporaneo d'impresa incaricato delle distribuzione dei prodotti ortofrutticoli freschi nelle scuole, gestito dal Mipaf e finanziato con fondi nazionali e comunitari del Fondo Europeo Agricolo di Garanzia, che ha l'obiettivo di far aumentare il consumo di frutta e verdura nei bambini tra i 6 e gli 11 anni, orientandoli contemporaneamente a corrette abitudini alimentari.
«La Regione Liguria sostiene e promuove il Programma Frutta nelle scuole. Da alcuni anni questo programma, finanziato con fondi comunitari e nazionali, permette agli alunni delle scuole primarie di tutta l'Italia di mangiare diversi tipi di frutta fresca durante l'anno scolastico - afferma Giovanni Barbagallo, assessore all'Agricoltura, Floricoltura Pesca e Acquacoltura della Regione Liguria - Le attività di animazione collegate al programma hanno sviluppato un'educazione alimentare, necessaria per fare conoscere ai ragazzi l'importanza del consumo della frutta fresca».