il Giornale Venerdì 12 aprile 2013 Genova

Con l'emergenza truffe in corso, la fiducia delle persone verso chi arriva alla porta di casa è in drastico calo. Così Avedisco, dopo la denuncia del Giornale, l'associazione vendite dirette servizio consumatori ha formulato il decalogo per il consumatore accorto, un valido strumento informativo per tutelare la sicurezza del consumatore e contrastare il fenomeno dilagante del raggiro. Intanto chi desidera acquistare prodotti e servizi a domicilio ricordi di chiedere che l'incaricato alle vendite si identifichi e identifichi l'azienda per la quale collabora esibendo il tesserino di riconoscimento che è obbligatorio per gli incaricati alle vendite a domicilio; esiga che si specifichi la ragione della visita; chieda che l'incaricato illustri le caratteristiche del prodotto, le condizioni di prezzo e dell'eventuale credito, i tempi di consegna, le garanzie, il cambio, la restituzione e l'eventuale servizio assistenza; prima di firmare verifichi l'inserimento degli adempimenti in materia di tutela della privacy; e sappia che e il diritto di recesso è valido solo per le persone fisiche e non se si firma il contratto a nome di società non metta firme per omaggi, né se non compra nulla.