GIORNATE DEL PATRIMONIO

Musei aperti, biglietti scontati e conferenze per ripercorrere storia e tradizioni

Un patrimonio davvero enorme. Una ricchezza culturale, storica e artistica di cui spesso non si è neppure consapevoli. Per questo, oggi e domani, si celebrano le Giornate Europee del Patrimonio, un’occasione per tutti, liguri compresi, di fare la conoscenza e di riappropriarsi di monumenti, opere d’arte, letterarie, musicali, ma anche delle proprie tradizioni e del folclore. Decine e decine gli appuntamenti in Liguria. Ecco i principali partendo da Genova, dove i musei civici, al grido di «Un patrimonio venuto da lontano», applicheranno riduzioni al prezzo dei biglietti.
Partiamo dal Castello D’Albertis dove protagonisti sono il sole e le preziose meridiane del Capitano, undici orologi solari dalla fogge più inaspettate, lastre marmoree incise o dipinte ad acquerello con evanescenti fate colorate che si tendono la mano a rappresentare le ore, bacini metallici e globi avvolti nelle tenebre della notte o nella luce del giorno.
Le porcellane orientali sono protagoniste della mostra «Fascino d’Oriente, porcellane orientali dalle dimore genovesi alle raccolte dei Musei di Strada Nuova». Appuntamento oggi alle 16 a Palazzo Rosso. Seguirà una breve visita alle maioliche liguri esposte a Palazzo Tursi guidata dal conservatore Loredana Pessa, sul tema «Cineserie nelle ceramiche liguri».
Il Museo civico di storia naturale Doria propone oggi alle 18 la lettura-spettacolo delle attrici Roberta Alloisio e Paola Bigatto dal titolo «Sopra lo sterminato Atlante», tratto da «Ricordo Biografico di Giamo Doria» di R. Gestro, con musiche di Franco Minelli ed Edmondo Romano.
Un patrimonio venuto dal Giappone è quello che propone il Museo Chiossone. Domani alle 10.30 visita conferenza a cura di Donatella Failla, direttore del museo. Un’occasione per conoscere la collezione d’arte giapponese collezionata e legata alla città da Davide Chiossone, insigne genovese e artista cosmopolita del secolo XIX.
Orario di apertura oggi e domani dalle 10 alle 19 al Museo d’arte contemporanea di Villa Croce, mentre il Galata Museo del Mare resterà aperto fino alle 21. Fino alle 21 di oggi i visitatori potranno accedere anche al bookshop del museo.
Ma a Genova non finisce qui. Dalle 9 alle 11 di oggi sarà aperta la chiesa di San Pietro in Banchi in piazza Banchi, dove sarà presentato, con visita guidata, l’intervento di restauro degli affreschi esguito a cura della Soprintendenza per i beni architettonici. Oggi alle 15, alla Commenda di Prè, conferenza di Giorgio Rossini e Pierangelo Campodonico tra la Commenda «ospitale» medievale, punto di accoglienza e di assistenza sulle rotte del Mediterraneo, e le civiltà che vi si affacciano. «La Cina dei Gesuiti attraverso i documenti manoscritti e a stampa della Biblioteca Universitaria di Genova» è invece il tema della conferenza di Francesco Surdich, oggi alle 10, presso la Sala III della Biblioteca Universitaria di via Balbi 3.
L’Archivio di Stato di Genova (complesso monumentale di Sant’Ignazio, propone oggi e domani una esposizione di documenti (visite guidate dalle 10 alle 11.30) che illustrano gli scambi e le relazioni diplomatiche che abbracciavano tutto il mondo conosciuto. Il titolo è «Genova porta dell’Europa. Rotte, vie, navi, commerci dal Mar Nero all’Inghilterra».
Un laboratorio di burattini in costumi andini sarà proposto oggi dalle 15 alle 18 nel cortile antistante via Balbi 10. Ciascun partecipante costruirà un burattino in materiale da modellare quindi, con l’aiuto della restauratrice di tessuti Mariolina Rella, si confezioneranno i piccoli abiti in stoffa. Gli stessi burtattini, il giorno dopo, nelle stesse ore, daranno vita ad uno spettacolo.
Alla Galleria nazionale di Palazzo Spinola domani alle 17 il Settecento genovese incontra l’Oriente. In vetrina l’importante collezione di porcellane orientali, cinesi e giapponesi, ancora conservato negli ambienti storici del museo, secondo un gusto risalente al Settecento. «L’edilizia ospedaliera di interesse monumentale: il caso dell’Ospedale Gallino di Genova Pontedecimo» è il tema del dibattito che, a cura di Caterina Gardella, si terrà oggi alle 16.30 presso la Facoltà di Ingegneria in via all’Opera Pia in Albaro. Oggi e domani, dalle 16.30 alle 19.30, apertura straordinaria e visite guidate (ore 17.30) a Sestri Ponente nello studio dello scultore sestrese Luigi Venzano (1885-1962). Si potranno ammirare le opere e i gessi preparatori custoditi nello studio.
Nell’estremo ponente ligure, a Imperia, domani alle 16.30 sarà presentato il rerstauro della statua del «Cristo morto» conservato nella chiesa di Monte Calvario. Nel Savonese, ad Altare, oggi e domani viaggio nella cultura del vetro. Visite guidate nelle sale di Villa Rosa in piazza del Consolato 4: vi sono esposte opere che vanno dal 1750 al 1950. Domani alle 21, sempre a Villa Rosa, concerto di Liguriani. A Pallare e Bormida, oggi e domani, con partenza dalla chiesa di San Marco di Pallare, itinerario guidato in un feudo dei Marchesi del Carretto. Informazioni al numero 3487502058. Nel museo etnografico in frazione Borgo di Riofreddo di Murialdo proiezione del cortometraggio «Ritorno a Riofreddo».
Savona celebra il suo patrimonio alla Pinacoteca civica di Palazzo Gavotti in piazza Chabrol. Oggi alle 16 visita guidata gratuita, domani dalle 10 alle 13 ingresso gratuito. Nella Fortezza del Priamar mostra «Habeas Corpus» a cura di Giorgia Cassini sulle antiche sculture africane. Al santuario di Nostra Signora del Romito ad Arenzano, domani alle 15 presentazione dei restauri delle superfici decorate, alle 17 concerto.
Lo Spezzino risponde con l’area archeologica di Luni e il museo etnografico della Colombara dove viene approfondito il tema della figura femminile nella società contadina del territorio lunense. A Sarzana, oggi alle 15, visita guidata al Castello della Brina, sito archeologico di recente individuazione. Domani alle 10 sarà la volta della fortezza Firmafede e del forte di Castruccio.
Nella sala del consiglio della comunità montana Val Petronio a Casarza Ligure oggi alle 18 conferenza su «L’Ospitale di passo di San Nicolao di Pietra Colice e la viabilità antica nell’area del Bracco». Dei percorsi dell’Aveto di interesse artistico e etnoantropologico si parlerà invece questa mattina alle 10 presso l’Ente Parco in via Marrè a Borzonasca. Ricco il programma a Cogorno. A partire dalla mostra «Incontro d’arti a palazzo... con i fiori» (mosaici, tessuti, fiori di seta e ceramiche) in corso a Palazzo Comitale dei Fieschi (ore 10-13) insieme a «Fiori e angeli... verso le Americhe» (quadri, sete e velluti di Zoagli). Oggi alle 10 si potrà visitare anche la Croce pettorale di papa Innocenzo IV e il borgo della basilica dei Fieschi. In Val Fonatnabuona, a Calvari, domani alle 17 visita straordinaria alla sala Ricordi del Lascito Cuneo, un vero scrigno di memorie e storia locale. Rapallo ripropone oggi e domani la mostra «L’alta moda romana tra attrici e principesse 1945-1970» in corso al Museo del Merletto in Villa Tigullio. Visite anche al Museo della civiltà contadina capitano Giovanni Pendola (oggi e domani 14.30-17.30). Le opere di Paolo Chimeri, orafo, scultore e pittore, saranno in mostra a Uscio nella sala Regina Margherita. A Masone visita guidata al centro storico (oggi e domani ore 15) e alla mostra fotografica «Ville e villeggianti nelle verdi vallate liguri: la Belle Epoque dell’entroterra». Nel Parco dell’Antola apertura straordinaria oggi e domani dalle 10 alle 16.30 del Castello della Pietra. Prezzo del biglietto scontato del 50 per cento.