La guerra aperta a sinistra fa traballare la giunta

Traballa sempre più vistosamente la giunta Doria. Sotto i colpi della maggioranza che la sostiene. La polemica più recente riguarda la reazione del segretario provinciale di «Sel», Antonello Sotgiu, alle parole di Simone Farello, capogruppo Pd in Sala rossa, che ha invitato i partner più a sinistra della coalizione, appunto Sel e Lista Doria, ad assumersi le responsabilità, «senza piantare ogni volta bandierine ideologiche e identitarie». Tutto questo, dopo che Sel ha prima approvato in giunta e poi, invece, votato con l'opposizione le modifiche al regolamento delle società partecipate. «Cosa succederà - si era chiesto Farello - quando ci dovremo occupare di problemi ben più spinosi come il bilancio di previsione lacrime e sangue? Sono molto preoccupato». Replica piccata di Sotgiu: «E io sono terrorizzato, a sentire queste parole. Nella maggioranza ci sono evidentemente letture diverse dell'esito delle ultime elezioni». Interviene, con il consueto equilibrio, Gianni Vassallo, consigliere Pd (nella foto): «Sel deve mettersi d'accordo con se stessa. La verità è che gli assessori di Sel hanno approvato in giunta un testo che i consiglieri del partito hanno smentito in aula. Ha ragione Sotgiu: c'è da essere terrorizzati». Soprattutto come cittadini.