I giocatori blucerchiati parlano di stili di vita e sport

E mentre infuria il caso Cassano e tengono banco i pro e i contro sui cinque giorni di squalifica, gli altri giocatori della Sampdoria pensano ad insegnare ai giovani un corretto stile di vita. Per questo alcuni di loro parteciperanno domani mattina alle 11 all’incontro con i ragazzi delle classi quarte e quinte del Liceo scientifico Martin Luther King, insieme al personale della Medicina dello sport di Asl3.
L’iniziativa fa parte del progetto «parliamone insieme», curato dall’Unità operativa Medicina dello sport di Asl3 Genovese diretta dal dottor Mauro Ferrari. Lo scopo è quello di portare atleti di alto livello a discutere con gli studenti su tutto ciò che riguarda il modo di vivere dei giovani.
L’idea è che un messaggio portato dagli atleti, in questo caso i giocatori della Samp, sia più incisivo di una «predica» fatta dei medici. Così si parlerà di sedentarietà, fumo e sport, alimentazione, dieta e attività fisica, agonismo e studio, farmaci, droghe e sport e tutto ciò che possa interessare gli studenti.