I paperoni della Liguria? Abitano a Pieve LigureI dati di Confartigianato

Nel 2011, in Liguria, il reddito medio Irpef si attesta a 24.060 euro per contribuente, 600 euro in più rispetto alla media nazionale di 23.480.
Superiori alla media nazionale anche le addizionali comunali e regionali Irpef. Il reddito medio Irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche) per contribuente in Liguria si attesta a 24.060 euro. È quanto emerge dall'analisi dell'Osservatorio regionale dell'artigianato, sugli ultimi dati pubblicati dal ministero delle Finanze relativi all'anno d'imposta 2011. La cifra per contribuente (23.480 euro) colloca la Liguria al di sopra della media nazionale con una variazione, tra 2007 e 2011, del +4,9%, contro la media Italia del +3,4%. A livello provinciale (dove gli ultimi dati fanno riferimento ancora all'anno d'imposta 2010), tre province liguri, a esclusione di Genova (24.863 euro), presentano un reddito medio Irpef più basso della media regionale (23.810). La provincia di Imperia si caratterizza per il reddito medio Irpef meno elevato (21.370 euro). La Spezia e Savona si avvicinano alla media italiana, rispettivamente con
22.911 euro e 22.763 euro per contribuente. Passando sotto la lente d'ingrandimento i singoli Comuni, emerge che i «paperoni» liguri sono i residenti nei Comune di Pieve Ligure con un reddito medio Irpef di 35.666 euro, seguiti da quelli di Bergeggi (32.080 euro). I «più poveri» residenti di Rocchetta Nervina (15.465 euro) e Carpasio (14.948 euro). Se da un lato, però, i liguri si distinguono, in media, per l'elevato reddito denunciato al fisco, dall'altro risultano tra gli abitanti più «tartassati» dalle imposte. Infatti, in Liguria il peso delle addizionali comunali e regionali Irpef è uno dei più alti di Italia: l'aliquota comunale media Irpef è dello 0,53%, percentuale superiore a quella media nazionale (0,42%). L'addizionale regionale, con un'aliquota dell'1,12%, si piazza al nono posto in Italia.