Il jeans conquista il porto per esaltare il «VintaGe»

Si svolgerà nelle giornate di sabato e domenica prossimi la mostra mercato «VintaGe in Porto». Il tema cardine su cui ruoteranno tutti gli eventi della manifestazione è il periodo storico compreso tra la fine degli anni '50 e l'inizio dei '60 tramite la rievocazione di mode, stili e design dell'epoca. L'evento è articolato nelle macroaree della moda, dell'arte, del design e della musica ed all'interno di queste si svolgeranno una serie di incontri e appuntamenti specifici: si ammireranno creazioni artistiche, bijou, fumetti, stampe, fotografie, oggetti di design, modernariato, gare e lezioni di ballo. Verrà celebrato quel tessuto unico ed inconfondibile che ha reso la città di Genova famosa oltreoceano: il Blue Jeans, icona e must internazionale dell'abbigliamento.
Un filo conduttore che ci porterà indietro nel tempo nell'Italia del boom economico e nell'America del dopo conflitto mondiale, creando un parallelo tra il nostro paese e gli Stati Uniti con le tradizioni, gli stili di vita, l'abbigliamento, le correnti musicali, i motocicli e le automobili, l'arte e le foto di quel decennio. Il programma degli eventi si articola in tanti momenti d'arte, cultura e spettacolo e si rivolge non solo agli appassionati del genere Vintage ma anche a chi ha vissuto, o avrebbero voluto vivere, negli anni '50/'60.
L'obiettivo dell'incontro è anche di dare nuova vita al jeans creando e progettando nuovi modelli o oggetti ricavati da scampoli o vestiti vecchi. Il denim è vissuto come passione e business per creare una nuova visione commerciale legata al riciclo per ridurre lo spreco. Uno spazio è dedicato allo swap: si tratta di una filosofia antica e antropologica fondata sul baratto e sullo scambio di oggetti che sta ritornando molto attuale. In tal modo si desidera creare una forma commerciale economica alternativa di scambio di beni senza l'uso di moneta. Il concetto di scambio, di riciclo che propone questo evento è culturalmente divertente, glamour e rappresenta un'opportunità economica per cercare di combattere la crisi ed incrementare il turismo utilizzando strategie di marketing alternative. Sono previsti inoltre retro scatti con pose artistiche e stili di questo periodo storico, corsi di trucco e parrucco; verranno anche proiettati spot pubblicitari di vecchi caroselli ambientati in Liguria ed una galleria fotografica con scenari di Genova negli anni '50-'60.