La Jolly Nero potrà tornare in mare dopo le ultime prove

La procura genovese ha disposto il dissequestro della Jolly Nero, la nave portacontainer che ha abbattuto, la notte del 7 maggio scorso, la Torre Piloti in porto a Genova provocando 9 morti. La portacontainer dell'armatrice Messina era stata sequestrata per consentire tutti gli accertamenti tecnici disposti dalla procura genovese che indaga sul disastro da parte dei consulenti tecnici del pubblico ministero. La compagnia potrà così dare inizio a tutte le procedure necessarie per consentire alla nave di riprendere il mare. Tra queste l'installazione di un nuovo Vdr, la cosiddetta scatola nera, e la visita a bordo degli addetti del Rina che dovrà rilasciare i certificati.
Intanto da Roma arriva una buona notizia per quanto riguarda la ripresa della normale attività in porto. Le commissioni Ambiente e Lavori pubblici del Senato hanno dato il via libera allo stanziamento di 7 milioni per i lavori di ripristino delle strutture distrutte nell'incidente del 7 maggio.