L’Imu? Perseguita gli anziani e chi affitta

«È indispensabile correggere le gravi carenze dell'Imu»: lo chiede in una interrogazione a risposta scritta rivolta al presidente del Consiglio Mario Monti il deputato del Popolo della libertà Roberto Cassinelli. Secondo il parlamentare, «l'Imu sperimentale, un tributo ben più gravoso e iniquo sia dell’Ici, sia dell’Imu ordinaria come prevista dal decreto sul federalismo fiscale municipale, penalizza oltremodo gli immobili concessi in locazione, andandosi ad aggiungere senza alcuna riduzione all'imposta che il contribuente è già tenuto a pagare sul reddito derivante dalla locazione: è infatti prevista solamente una facoltà di riduzione per i Comuni, che assai raramente ne usufruiranno». Inoltre, sostiene Cassinelli, «nulla è previsto per gli immobili concessi gratuitamente a familiari, né si pensa agli anziani che vivono in istituti di ricovero ed affittano a terzi la propria casa». Infine, rileva sempre il deputato del Pdl, «il decreto semplificazioni fiscali consente al Governo di modificare le aliquote Imu fino a sette giorni di distanza dalla scadenza del termine: e anche questo è un ulteriore motivo di preoccupazione». Per tutte queste ragioni, insomma, Cassinelli chiede al Governo «di ripensare un'imposta che da subito è parsa iniqua ed eccessivamente penalizzante».