L’incapacità di fare anche cose semplici

(...) delle strade del verde dei parchi, ma soprattutto incapace di programmare il futuro.
Programmare il futuro interessa a tutti ma, in primo luogo, ai giovani che debbono contribuire a mantenere vivo il tessuto sociale, l'operosità e la ricchezza di un territorio.
Ieri purtroppo, ancora una volta, non abbiamo sentito nulla di tutto questo. La vera politica di «Riforma» di cui il nostro Comune ha bisogno non solo non è stata attuata, ma la preoccupazione è che questo Sindaco e questa maggioranza non saprà attuarla.
Solo una vera modernizzazione del Comune sia sotto il profilo istituzionale (funzionamento degli Organi) che sotto il profilo della politica del fare (infrastrutture, termovalorizzatore, waterfront, ecc,...) potrà consentirci di entrare, a pieno titolo nella rete dei grandi Comuni Europei.
Da qui nasce spontaneo un appello anche ai miei colleghi d'opposizione: «proviamo ad osare di più, a volare più in alto, proviamo a pensare meno al nostro singolo mandato e più al modello di città che vorremmo costruire» solo così faremo veramente il nostro dovere e il bene della nostra città!
*Capogruppo Consiliare FI