L’INTERVENTO

(...) e centrista in mio favore, come si è dimostrato. Così mentre altri scelgono in base alle convenienze, io cerco di rappresentare con orgoglio gli elettori che mi hanno votato, e che in questi giorni mi testimoniano disagio e indignazione per le manovrine di palazzo dettate dal segretario regionale Udc. Partito nel quale, in realtà, vi sono molte persone perbene che so di tutt'altro avviso rispetto a lui. Li invito a rendersi protagonisti di un rinnovamento del loro partito nel nome degli alti valori politici e morali cui si ispirano, e che condivido. Sanno anche loro, come me, che i tatticismi che puntellano la vecchia politica saranno puniti dagli elettori. Per me, che mi richiamo alle idee liberali, che mi appassionano da sempre (solo Monteleone, forse distratto da tante vicende, non se n'era accorto) non vi sono inversioni di marcia improvvise, ma l'obiettivo di promuovere, nella città e nel Paese, una classe dirigente espressione di meritocrazia, responsabilità, trasparenza. La costruzione di una società più libera per tutti inizia da qui.
senatore gruppo Udc e Autonomie