L'area per cani sotto attacco Deve traslocare da via Pastine

L'area cani di via Pastine a Santa Margherita. Ovvero, qualcosa che assomiglia molto ad una storia del ragionier Ugo Fantozzi. Una struttura realizzata mesi fa e che il Comune di Santa non riusciva mai ad inaugurare perché ad ogni appuntamento arrivava la «nuvoletta dell'impiegato» a rovinare la festa e costringere l'amministrazione a rinviare il taglio del nastro.
Poche settimane fa, invece, l'inaugurazione c'è stata ed ha reso felici i padroni di cani, molto meno i residenti di via Pastine e via Garibotti. Tanto da costringere il Comune a rivedere le proprie scelte e decidersi a spostare l'area viste alcune pessime avvisagli come la manomissione del cancello d'ingresso con del sigillante. «In questi giorni abbiamo ricevuto lamentele da parte degli abitanti dei condomini adiacenti all'area - spiega il sindaco De Marchi -. Alcune di esse, ragionevoli, hanno trovato immediato riscontro nella decisione di apportare alcune modifiche nella zona. Altre, invece, pregiudiziali e pretestuose, sono apparse animate da mera insofferenza». Insieme al comitato «Amici del cane», l'amministrazione comunale ha optato per cambiare locazione: «La paura è che si possa passare dal silicone alla polpetta avvelenata. È logico che in questo scenario molti proprietari non siano più disposti a far sgambare qui il loro Fido»