La Lega ligure «vittima» di Belsito

«Assoluta estraneità» alle vicende giudiziarie riguardanti l'ex tesoriere, Francesco Belsito arrestato ieri mattina a Genova. A dirlo è il segretario della Lega Nord-Liguria Sonia Viale: «La Lega Nord è parte lesa - dice -. Ci auguriamo che finalmente e celermente si faccia chiarezza. Il signor Belsito è stato espulso subendo una lunga gogna mediatica, anche un contraccolpo elettorale pesante, in particolar modo in Liguria». «Le imputazioni mosse a Belsito dalla magistratura dimostrano una volta di più che in questa brutta storia la Lega è la parte lesa e che con “le scope di Bergamo” Maroni ha iniziato un'indispensabile opera di pulizia» ribadisce il consigliere regionale Edoardo Rixi facendo un richiamo a Maroni: «Spesso le mele marce si annidano in fondo al cesto in posizione più nascosta e subdola». La Lega Nord Liguria precisa che Sabrina Dujany (che compare nell'ordinanza d'arresto di Belsito) «è stata espulsa dalla Lega in data 24 aprile 2012».
Intanto il segretario provinciale della Lega Nord di Imperia, Alessandro Falciola, si è dimesso «per l' impossibilità di trovare una linea politica condivisa» in vista delle prossime elezioni comunali in cui il Carroccio appoggerà il candidato del Pdl, Erminio Annoni, con una propria lista.