Lo Monaco: «Nessuno si potrà approfittare del Genoa»

Come l'Inter di Cuper e Ronaldo (17-0). Il Genoa di Jorquera e Zè Eduardo eguaglia il record stabilito dalla squadra nerazzurra contro la Bormiese nel 2001. Zè Eduardo e Jorquera fanno la parte del leone con 4 gol a testa, seguiti da Immobile (3) e Lazarevic (2). Le altre reti portano la firma di Moretti, Gilardino, Rossi e un autogol di Menetti. Contro la Bormiese, neo promossa in Seconda categoria, De Canio sorride per la verve di Immobile, Jorquera e Zè Eduardo e per i progressi di Tozser in mezzo al campo. Applausi per Preziosi dai 1.000 genoani assiepati sugli spalti. Nella prima frazione De Canio ha schierato il 4-3-3 con Frey, Tomovic, Von Bergen, Canini, Moretti, Merkel, Seymour, Bertolacci, Jankovic, Gilardino e Immobile. Soddisfatto De Canio: «Abbiamo fatto un buon allenamento. La squadra sta acquisendo una sua identità». Prima della gara, Lo Monaco show. «Il Genoa non è una società corrotta e non ha la tifoseria più violenta d'Italia come si vuol far credere. Cominciamo ad averne le tasche piene di finire tutti i giorni sui giornali. Sembra che in tutte le inchieste ci siano i giocatori e i tifosi del Genoa. È l'ora di finirla». Per il neo direttore generale «non si può buttare fango su una società in modo così leggero. Il Genoa incarna il sentimento di una città e va rispettato. Altrimenti chiuderemo le porte per difendere il nostro territorio in tutti i modi». Lo Monaco chiede «equità. Sui giornali ci vanno solo i giocatori del Genoa. Mi piacerebbe sapere chi sono i giocatori della Sampdoria, che avrebbero preso parte alla combine e perché non finiscono sui giornali. Si fa un danno all'immagine dell'azienda che è catastrofico. Il Genoa non è la puttana di cui tutti possono approfittare».
Finito lo sfogo, il dirigente rossoblù ha fatto il punto sul mercato: «Per Matias Martinez è fatta, ieri ha ottenuto il passaporto comunitario. Stiamo temporeggiando perché prima dobbiamo vendere Granqvist. Velazquez? Tra domani e dopo domani arriverà insieme ai dirigenti del suo club per formalizzare l'accordo. Il Genoa non ha mai fatto un'offerta al Catania per Barrientos. Pulvirenti ha perso l'ennesima occasione per stare zitto. Destro? Ci sono tutti i presupposti perché l'affare si chiuda positivamente. Siena e Genoa sono d'accordo, la Roma è disposta a pagare il giocatore in maniera importante. Borriello non arriverà come contropartita. Sturaro e Alhassan andranno a giocare a Modena. Lunedì Birsa si aggregherà in ritiro, ma non rientra nei nostri piani».