La «movida» alcolica fa due vittime

Nelle vene i poliziotti gli hanno trovato un tasso alcolemico di quasi 1,5 grammi per litro, quando il limite massimo per la guida è di 0,5. Alessio Bozzo, 27 anni, assicuratore e figlio del presidente della Pro Recco calcio, ieri è stato arrestato per omicidio colposo plurimo aggravato. Poco dopo le 4 del mattino ha perso il controllo della sua Lancia Y mentre dal centro storico della «movida» tornava in riviera. A quell'ora in A12 non c'era nessuno. L'auto ha carambolato da sola, all'altezza della galleria Quezzi tra Genova Est e Nervi. Due amici e compagni della squadra di calcio recchese, Luca Ferreccio, 31 anni, idraulico di Avegno e Simone Picasso, 25 anni studente di Sussisa di Sori e nipote della titolare della trattoria Rosa, sono stati sbalzati fuori dai finestrini e hanno perso la vita. Dai primi accertamenti, risulta che i due giovani non avessero allacciate le cinture di sicurezza. Ieri sera il pm Stefano Puppo ha disposto la «scarcerazione» (...)