Le opere di Musso a Villa Dufour

Tante opere d'arte in un contenitore speciale. Villa Dufour, a Recco, si apre al pubblico ed ospita la mostra dell'acquerellista genovese Andrea Musso. Due giorni all'insegna della cultura per sentirsi come in una matrioska di colori ed emozioni. Oggi e domani, la dimora storica affacciata sul mare in località Mulinetti, a Recco, spalanca le porte a turisti e appassionati d'arte. Tutto merito di Enrico Fantoni che da ormai sei anni condivide le bellezze di cui è proprietario facendo vivere, più che visitare, la residenza eretta nel 1894. Il programma, della manifestazione a cura di Farida Simonetti, direttrice della Galleria nazionale di palazzo Spinola, è fitto.
Si comincia oggi pomeriggio, dalle 17 alle 19, con una conferenza sul mondo dell'acquerello; una tecnica utilizzata e amata non solo dai pittori: «Anche uno scrittore come Herman Hesse dipingeva con l'acquerello per guarire dagli attacchi di ansia - spiega Musso -. E pure gli architetti, tra tutti ricordiamo Le Corbusier, usavano questa tecnica per fissare sui loro taccuini le impressioni che avevano dell'Italia». Non è tutto. Perché domenica chi vorrà potrà «sporcarsi le mani», dipingendo «en plein air» insieme all'artista genovese in quattro distinti turni, dalle 11 alle 17.30; nel giardino dominato da pini marittimi secolari e palme, con vista sul promontorio di Portofino, bambini e adulti avranno la possibilità di misurarsi con carta, matite, pennelli e acquerelli; a fornire il materiale sarà il Comune: «Una formula che piace e che l'anno passato portò a villa Dufour 400 persone», ricorda l'assessore alla cultura Caterina Peragallo.
Per saggiare le proprie abilità bisognerà iscriversi inviando una mail ad andreamusso@fastwebnet.it. Gli interni della dimora saranno fruibili dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18. Per l'occasione, sia oggi sia domenica, sarà istituito un servizio navetta che partirà dalla piazza del Comune.