DA PAGINA 45

(...) Si dice meglio tardi che mai e allora anche io, che sono uomo pacato, già indignato di fronte al manifesto taroccato, mi sono sentito salire il sangue alla testa davanti alle nuove dichiarazioni-bugia di Burlando che attaccava il centro destra affermando che la giunta Biasotti non ha mai celebrato il 25 aprile.
Non c'è limite alla sfacciataggine di questo Burlando che, invece di rendersi conto della figuraccia che ha fatto fare alla nostra regione a livello nazionale e chiedere pubblicamente scusa, ha pensato bene di far il solito scarica barile, non prendendosi nemmeno questa volte le sue responsabilità. Possiamo noi accettare le affermazioni che giustificano quanto accaduto liquidando il tutto come dovuto ad un errore di ingenuità? Possono i nostri concittadini dover subire il fatto che Burlando abbia buttato al vento migliaia di euro per far stampare ed affiggere manifesti che nascondono la verità di quegli anni che è stata anche una verità intrisa di violenza ed odio? Penso proprio di no.
È per questo che ora a gran voce chiediamo, per lo meno, che Burlando porga le sue pubbliche scuse ai liguri e non continui ad arroccarsi dietro posizioni ideologiche che rendono il suo comportamento ancora più arrogante ed indegno di fronte ai sacrifici dei cittadini che invece, a causa degli sprechi della sinistra, sono costretti a pagare pesanti balzelli senza avere nulla cambio. Mi domando se Burlando non si senta un po’ in colpa o se sia veramente convito di essere dalla parte della ragione. Però una cosa mi preme sottolineare rassicurandola anche sulla nostra attività regionale: noi, quotidianamente, specialmente in Regione, ci scontriamo con questa sinistra falsa e menzognera e nei modi e nelle forme più diverse a seconda delle caratteristiche personali di ognuno lavoriamo, chi in maniera più evidente e chi invece con una condotta più sommessa, per fare in modo che l'anno prossimo la sinistra di Burlando faccia i bagagli e se ne torni a casa e garantire così ai liguri la certezza di non dover continuare a subire questa pessima gestione burlandiana della macchina regionale che, come tante volte lei ha sottolineato, ha fatto dello spreco di denaro dei cittadini la sua caratteristica principale. Questo lo potremo fare anche grazie al suo contributo ed al suo sostegno che, ci tengo ad evidenziarlo ancora una volta, se anche non siamo così repentini nel cogliere teniamo sempre in costante e grande considerazione. Grazie ancora.
*Consigliere regionale Pdl