«Dopo il pari con il Siena tirata d'orecchie a Ballardini»Il derby dei tifosi

Caro Massimiliano,
Non è facile parlare di Genoa dopo la partita con il Siena, si potrebbe dire tutto già visto. Cuore ed in parte buone trame, ma i soliti pesanti errori in fase difensiva.
Mancanza di concentrazione, posizioni errate ed ingenuità gravi nel gestire gli attacchi avversari.
Il primo gol del Siena, il portiere non è stato certo esplosivo sulle gambe (lento), ma il giocatore del Siena era tutto solo, ha mirato ed ha calciato palla senza trovare la minima opposizione.
Secondo gol del Siena, l'attaccante è spalle girato alla porta con palla che il difensore vede arrivare, Bovo entra a 200 allora quando bastava temporeggiare non entrando. Ma dove poteva andare l'attaccante? Da nessuna parte, doveva «essere accompagnato», errore grave, errore da altre categorie.
Per giunta sapendo perfettamente che quest'anno gli arbitri non ti fanno sconti e che sai che quello ti fischia appena entri in un certo modo.
E da ultimo, al Mister Ballardini tirata di orecchie, continuo a dire che Ciro Immobile è una risorsa per questa squadra, il mister se ne faccia una ragione. La salvezza del Grifone passa dai suoi piedi. Se non recupera Immobile sotto il profilo psicologico facendolo sentire un protagonista saranno dolori. Il ragazzo è forte fisicamente ed ha i movimenti dell'attaccante «vero». Immobile e Borriello devono convivere, non è più il tempo del bel gioco. Palla agli attaccanti e difesa coperta.
È triste dirlo, ma non c'è più tempo per inutili fraseggi a centrocampo.