La partita dell’Italia sfratta Santoro e Fazio dalla prima serata

(...) dalla nazionale italiana. Capita che i due mattatori del piccolo schermo siano stati invitati a Savona alla Fortezza del Priamar, dove approda quest’anno per la quinta edizione «Ideona», una manifestazione dedicata agli autori televisivi. Un premio dove gli autori premiano altri autori, incontrano produttori e dirigenti delle principali emittenti tivù nazionali per parlare dei temi legati alla loro professione. Insomma, per farla breve: un evento che chiama a raccolta tutti i migliori professionisti della televisione con dibattiti, confronti, analisi delle prospettive future della scatola magica. Di tutto e di più.
Il tutto, appunto, con inizio giovedì 28 giugno e termine domenica 1 luglio. Ma giovedì è anche il giorno della grande partita, la più attesa, quell’Italia Germania che risveglia i ricordi di sfide memorabili, nostalgie di un sogno di gloria italiano.
Ed ecco che nell’agone del Priamar, Michele Santoro è stato invitato proprio il giorno della nazionale a salire sul palco per essere intervistato da Loris Mazzetti. Ma lui, l’ex anfitrione di «Annozero», abituato ad entrare nelle case degli italiani all’ora di cena, si dovrà accontentare questa volta di farlo in quella dell’aperitivo. L’incontro per ripercorrere le tappe della carriera del giornalista televisivo che fino a qualche giorno fa, fino alla vittoria degli azzurri contro l’Inghilterra, il cartellone segnava alle 21.30 nel piazzale del Maschio è stato anticipato alle 18.30. Con tanto di invito al pubblico - si legge nel comunicato stampa degli organizzatori - a fermarsi dopo l’incontro a guardare la partita sul maxischermo del Priamar con i protagonisti di «Ideona».
E sorte simile, anche se a onor di cronaca nella prima stesura del programma, quello precedente alla vittoria azzurra sugli inglesi, non era ancora indicata l’ora esatta dell’incontro, tocca al collega Fabio Fazio, volto della trasmissione su Rai Tre «Che tempo che fa» verrà intervistato domenica primo luglio da Massimo Gramellini alle 18.30 per poi lasciare spazio alla proiezione della finale degli europei alle 20.45. Ubi maior...
Intanto, per tutti coloro che hanno voglia domani sera di guardare la partita in piazza, al Porto Antico di Genova torna il maxi schermo. L’appuntamento è alle 20.45 a Piazzale Mandraccio per una riedizione del rito collettivo del match dopo quello contro l’Inghilterra seguito all’aperto da un migliaio di persone.
Ancora un paio di informazioni pratiche per chi preferisce guardare la semifinale sui grandi schermi. Il comitato «Viviilviale» allestisce per domani sera a Migliarina, in piazza Fregosi e in viale Italia un megaschermo ed Italia-Germania si potrà vedere in piazza anche a Vado Ligure, al molo 8.44. L’orario per tifare azzurri è sempre lo stesso, fischio d’inizio ore 20.45.