Porto Antico, estate tra crisi e spettacolo

Tre palchi e trenta giorni di musica, danza e cabaret. Così il Porto Antico di Genova vive l'estate 2013 e presenta la quattordicesima edizione della rassegna «Estate Spettacolo». Archiviata la vecchia formula allestita all'Arena del Mare perché esageratamente dispendiosa, eccone una nuova incentrata sull'intrattenimento che prevede una nuova location nella piazza delle Feste e tre palchi minori sparsi tra Palco Millo in Calata Falcone Borsellino, Palco Cotone lungo il molo dei Magazzini del Cotone e Palco Mandraccio in posizione centrale: qui dal tardo pomeriggio ci saranno intrattenimento, musica e animazione per accompagnare il pubblico all'evento principale che si terrà ogni sera dalle 21 in piazza delle Feste.
Gli eventi serali saranno accompagnati da musica di gruppi emergenti, esibizioni e laboratori di danza, jam session, magia e teatro di strada con artisti selezionati in base al progetto nazionale Accesso Area Artisti. Si confermano poi le rassegne artistiche dell'estate genovese come il Gezmataz Festival & Workshop giunto alla decima edizione che partirà il 21 luglio con l'esibizione di «The Swallow Quintet»; il cabaret di Ridere d'agosto ma anche prima con i comici di Zelig che si esibiranno a partire da giovedì prossimo quando toccherà a Angelo Pintus impegnato nello spettacolo «50 sfumature di Pintus», quindi il 16 luglio Compagnia della Pozzanghera con «Giorgio perdonaci», il 17 luglio Giuseppe Giacobazzi in «Apocalypse» e il 30 luglio chiuderà Baz con «Revolutions». Si conferma anche il Goa Boa Festival con dieci concerti live e cinque dj set e musica rock, soul, elettronica e hip hop. La musica d'autore sarà protagonista della diciottesima edizione di Palco sul Mare Festival che si terrà il 27 e 28 luglio con i concerti di Eugenio Finardi e Mimmo Locasciulli.
Tra le novità dell'edizione 2013, 8 e 9 luglio, due giorni dedicati ai Beatles con mercatini, mostre fotografiche e presentazioni letterarie. In tutto fanno 87 eventi in un mese per una rassegna che il Porto Antico sta cercando di promuovere anche fuori dalla città di Genova grazie alla capillare rete dei social network, centomila depliant distribuiti tra Liguria, Toscana e Costa Azzurra e ventimila cartoline promozionali distribuite tra Milano e Torino.
«La nostra rassegna cambia e rinuncia all'Arena del Mare per problemi legati ai nostri budget che risentono dei costi che dovremo affrontare per il ritardo dell'apertura del nuovo Padiglione dei Cetacei, ma non volevamo rinunciare a questo importante appuntamento - ha spiegato Ariel Dello Strologo presidente della Porto Antico spa -. Riduciamo i costi ma offriamo ai visitatori un maggior numero di eventi e di buona qualità».