Tra Preziosi e Moratti 40 milioni di euro

Oggi, o al più tardi domani, Enrico Preziosi incontrerà il presidente dell'Inter Massimo Moratti per definire i dettagli di una maxi operazione da 40 milioni di euro tra Genoa e Inter: Milito e Thiago Motta alla corte di Mourinho, Robert Acquafresca, Emiliano Viviano e Leonardo Bonucci a quella di Gasperini, che ha allungato il contratto di un altro anno. Secondo quanto riportato dalla «Gazzetta dello sport», i due presidenti avrebbero imbastito la trattativa nello scorso fine settimana, rimandando a questa l'incontro decisivo per gli accordi. Ieri il Principe è stato avvistato a Milano all'ora di pranzo insieme a Criscito e Sculli; di Motta invece ha parlato il suo procuratore, Dario Canovi a «Il sussidiario.net» : «L'affare è molto probabile, non mi stupirei se Thiago andasse all'Inter, ma la trattativa è indipendente da quella per Milito». In realtà tutto ruota attorno al futuro di Robert Acquafresca (12 gol nel Cagliari quest'anno). La società di Moratti in un primo momento aveva pensato di cederlo solo in comproprietà, trattandosi di giocatore di prospettiva (classe '87). L'insistenza di Preziosi, ieri inibito per altri 10 giorni per essere andato negli spogliatoi a fine gara, pare aver convinto Moratti a cedere l'intero cartellino. Che però potrebbe anche non fermarsi a Genova, ma prendere la via di Parma o Napoli. Nel caso nelle casse del Genoa finirebbero 14 milioni. Che verrebbero reinvestiti nell'acquisto di un altro attaccante, oltre a Floccari. Sempre dall'Inter arriverà in comproprietà il portiere Emiliano Viviano (ora al Brescia) e in prestito il difensore Leonardo Bonucci, ora al Pisa. Genoa molto attivo anche all'estero: i rossoblù hanno puntato gli occhi su due attaccanti esterni del Valencia, Joaquin Rodriguez e Juan Mata.