Primo premio allo Sciacchetrà imbottigliato dal senatore

Primo premio, all'unanimità dei componenti della giuria, al sontuoso Sciacchetrà 2010 prodotto dall'azienda Buranco di Monterosso, guidata da Luigi Grillo. Il prestigioso riconoscimento, ex aequo con il Passito dell'Elba dell'azienda agricola Cecilia, è stato assegnato nel corso della manifestazione «Gusto Cortina-Wine & Food Festival» che si tiene ogni anno a Cortina d'Ampezzo e rappresenta una vetrina delle eccellenze enogastronomiche del Made in Italy.
Obiettivo degli organizzatori dell'iniziativa, giunta alla seconda edizione, è quello di creare i presupposti per la valorizzazione, nel loro insieme, delle risorse ambientali, culturali, vinicole e gastronomiche di ogni regione. In questo senso, si è registrato un sempre maggiore interesse da parte del mondo vitivinicolo italiano, e in particolare di selezionati produttori provenienti da tutto il Paese, un insieme di aziende di pregio delle più note zone enologiche italiane.
Ma anche quest'anno come nel 2012, nonostante l'agguerrita «concorrenza», la giuria, presieduta da Jan D'Agata, curatore della Guida Michelin dedicata ai «Migliori Vini d'Italia», e di cui facevano parte, fra gli altri, la giornalista Egle Pagano e il direttore del Cerimoniale di Palazzo Chigi Alessandro Scorsone, ha voluto rinnovare il giudizio di eccellenza allo Sciacchetrà di Buranco.
«Sono molto soddisfatto - commenta l'ex senatore Grillo, attuale responsabile nazionale Pdl del Dipartimento Infrastrutture e Lavori Pubblici -, anche perché, con il nostro Sciacchetrà ed anche con il Passito dell'Elba, sono stati riconosciuti il valore e l'importanza della viticoltura eroica, fatta di fatica e tanto sacrificio in zone impervie, anche se magnificamente vocate alla produzione di qualità».