Il procuratore di Cassano: «Mai più alla Sampdoria»

Adios Miguel. Dopo due anni Veloso saluta il Genoa e passa alla Dinamo Kiev, il club che lo ha cercato con più insistenza nelle ultime settimane. Ancora top secret le cifre dell'accordo. Dalla cessione del centrocampista portoghese il Genoa comunque dovrebbe incassare una cifra vicina agli 8 milioni di euro. Nei prossimi giorni è attesa l'ufficializzazione da parte del club rossoblù. A Veloso erano interessate anche Cska Mosca, Zenit San Pietroburgo e Shakhtar Donetsk. Ora il Genoa potrà dedicarsi anche alle operazioni in entrata. «Da gennaio ci siamo già mossi definendo arrivi importanti (Immobile, Von Bergen, Tozser, ndr) - ha detto Enrico Preziosi -. È chiaro che adesso cerchiamo prima di risolvere qualche movimento in uscita e poi ci saranno altri colpi. I tifosi del Genoa possono stare tranquilli che ci muoveremo anche in entrata». Preziosi è tornato sulla vicenda Destro: «La mia posizione è abbastanza chiara. Il giocatore per me può vestire solo la maglia del Siena o quella del Genoa. Non ci sono altre possibilità».
Intanto oggi o al più tardi domani Rafa Benitez incontrerà il vice presidente vicario della Sampdoria Edoardo Garrone e il direttore sportivo Pasquale Sensibile. All'incontro potrebbe partecipare anche Riccardo Garrone rientrato dalla vacanza in Argentina. Sarà il primo contatto ufficiale tra la dirigenza della Sampdoria e il tecnico spagnolo a cui verrà proposto un contratto di tre anni da un milione e mezzo di euro a stagione più bonus. A Benitez verrà illustrato il progetto tecnico della Sampdoria con gli obiettivi da raggiungere nei prossimi anni. Si parlerà ovviamente anche di calciatori. Benitez ha già studiato la rosa della Sampdoria e ha le idee chiare su dove intervenire per rinforzarla. Gli ottimi rapporti tra Sensibile e Sabatini potrebbero agevolare la trattativa per l'acquisto di John Guidetti, attaccante di proprietà del Manchester City, che nell'ultima stagione ha giocato in prestito nel Feyenoord segnando 23 gol. Guidetti interessa anche alla Roma, che potrebbe acquistarlo e girarlo in prestito alla Sampdoria. Intanto Beppe Bozzo, procuratore di Cassano, chiude le porte alla Samp: «Non credo che tornerà mai alla Sampdoria perché non ci sono i presupposti soggettivi».