La Provincia è troppo impegnata per pensare ai marò

La Provincia ha troppo da fare per pensare ai marò. Anzi, ha troppo da fare per lasciare addirittura che qualcun altro si dia da fare per i marò. L'ente di fatto non esiste più, politicamente non funziona, non ha più consiglieri né assessori. Svolge le funzioni di ordinaria amministrazione. Eppure non può permettersi di concedere la sala dove si svolgeva il consiglio provinciale (quando ancora esisteva) perché «la sala deve rimare a disposizione per le continue e improvvise riunioni dell'ente». Questa è la scusa ufficiale per dire no alla richiesta di organizzare un convegno, a latere della manifestazione in favore dei marò, per ascoltare testimonianze di chi ha seguito in prima persona questa assurda vicenda. Riccardo Pelliccetti e Fausto Biloslavo, autori dell'ebook in distribuzione proprio in questi giorni, aveva accettato di partecipare. (...)