Rubavano negli alberghi con l'aiuto delle cameriere

Svaligiavano alberghi ed esercizi commerciali del centro di Genova grazie alla complicità di dipendenti degli esercizi stessi. Una banda di ladri è stata individuata e bloccata dalla polizia dopo essere intervenuta la sera di Pasqua presso un albergo del centro cittadino dove era stato commesso un furto. I ladri erano riusciti ad entrare in una delle stanze e a rubare tre computer portatili, una fotocamera digitale e altri effetti personali di chi occupava la camera.
Le attenzioni della polizia si sono concentrate su una cameriera croata e su alcune testimonianze dei dipendenti che avevano notato un giovane sudamericano girare per i corridoi dell'albergo. Da approfondimenti gli inquirenti sono risaliti alla complicità tra la donna e il giovane, un 21enne cubano, che hanno agito avendo come basista il padre del ragazzo. Insieme ai tre lavorava un ragazzo cileno di 25 anni anche lui fermato dalla polizia e sulla cui vettura è stato trovato del materiale trafugato dall'hotel. Tutti i membri della banda sono stati denunciati per furto aggravato in concorso.
Scippi. La polizia è intervenuta anche in scalinata Santa Rosa, a Sampierdarena, in soccorso di una donna di 74 anni avvicinata alle spalle da due individui con il volto coperto che le hanno afferrato la borsa facendola rovinare per terra per un bottino da 40 euro. Rapina anche a Carignano in via Scorza dove una signora di 77 anni è stata rapinata da un uomo che le ha rubato la borsetta dandosi alla fuga: l'episodio è stato denunciato ai carabinieri.
Rapine. Quattro studenti quindicenni sono stati minacciati e rapinati da un genovese trentenne nullafacente. A bordo di un treno regionale l'uomo ha sottratto ai ragazzi qualche decina di euro ed un cellulare iPhone 4. Rapina anche al Lagaccio dove un giovane appena uscito dal Bingo, è stato minacciato con un coltello da un malvivente che gli ha intimato di consegnare tutto il denaro che aveva con sé: 980 euro, vincita riscossa nella sala da gioco.
Furti in abitazione. Due furti in appartamenti sono stati denunciati alla polizia in via Santolini a Marassi e in via Cepollina a Teglia. Una pattuglia della Questura è intervenuta in via Santolini dopo la segnalazione di furto: ignoti sono entrati nell'appartamento attraverso una porta finestra e, dopo aver rovistato in tutte le stanze, hanno rubato solo un cellulare. In via Cepollina, invece, ignoti sono entrati nel cantiere di un palazzo in costruzione portando via serramenti, finestre e persiane.