La Samp pensa in grande e cerca un nuovo «point» in pieno centro

Un grande store con ampia visibilità con un punto ristorazione, un'area multimediale per conferenze e incontri e addirittura uno spazio museale. Ecco il nuovo Sampdoria Point secondo le intenzioni della società. Da tempo i vertici blucerchiati sono alla ricerca di uno spazio di almeno 700 metri quadrati nel pieno centro che possa sostituire ed ampliare l'offerta che già in questo momento è presente al Sampdoria Point di via Cesarea e negli altri punti cittadini a Sestri Ponente e sotto la Gradinata Sud.
La struttura allo studio sarebbe del tutto nuova nel suo genere rispetto a quanto già realizzato e punterebbe a radicare ulteriormente il marchio Samp nel cuore della città. Le attenzioni si sarebbero concentrate nell'area tra via XX Settembre e Piccapietra. I tempi sono ancora top secret, ma in questo periodo sarebbero già state avviate trattative per definire tutto con una certa rapidità. Trattative come quelle per assicurare a Delio Rossi una rosa competitiva per la prossima stagione, la squadra per un campionato tranquillo con qualche soddisfazione. Si lavora sempre per l'attacco e in questo senso c'è da registrare il braccio di ferro con il Sassuolo per Gianluca Sansone. La seconda punta arrivata alla Samp a gennaio dal Toro è in comproprietà con la società emiliana ed Eusebio Di Francesco, confermatissimo tecnico della squadra del presidente Squinzi, lo ha indicato come rinforzo. Intanto Nussi Jashari procuratore di Mustafi ha proposto alla Samp un altro talentino estero. Si tratta di Andrai Sporar 19 anni sloveno attaccante dell'Olimpia Lubiana. Titolare dell'under 21 del suo paese, Sporar ha segnato 13 gol in 26 partite del suo campionato e ora sembra pronto al grande salto. LuRu