A Santa Margherita le grandi firme raccontano l’attualità

Grandi firme e volti noti del piccolo schermo: è tutto pronto a Santa Margherita Ligure per la settima edizione del «Premio giornalistico internazionale Santa Margherita per la cultura». Venerdì 22 giugno, alle 21, piazza Caprera sarà il centro del mondo dell'informazione. Se negli anni passati la «Perla del Tigullio» ha omaggiato tra gli altri Massimo Gramellini, Costanza Calabrese e Pierluigi Battista, questa edizione prevede cinque premiati: Nicola Porro, vicedirettore de il Giornale e conduttore televisivo, insieme a Luca Telese, di In Onda, trasmissione di La 7; Giovanni Floris, autore e conduttore di Ballarò quest'anno giunto alla decima edizione; Gian Antonio Stella, scrittore, inviato ed editorialista de Il Corriere della Sera; Roberta Serdoz, giornalista di Linea Notte del Tg3 dove si occupa del notiziario e della rassegna stampa; Francesca Schianchi, giornalista de La Stampa e collaboratrice per L'Espresso, il Secolo XIX, Gioia e Sette. Non è tutto. Il parterre de roi sammargheritese sarà impreziosito dalla giuria presieduta Fiorella Minervino, giornalista ed inviata, oggi penna de La Stampa. Con lei, a premiare i vincitori, ci saranno anche Vittorio Feltri, fondatore di Libero ed editorialista de il Giornale; Marcello Sorgi, editorialista, già direttore de La Stampa e del Tg1; Paolo Mieli, ex direttore del Corriere della Sera ed attuale presidente di Rcs Libri; Renzo Cianfanelli, inviato internazionale per alcune delle più prestigiose testate giornalistiche italiane; Gianluigi Gabetti, presidente onorario di Exor; Gianni Riotta, già direttore de Il Sole 24 Ore e del Tg1.
Dopo la consegna dei premi, alle 21.45, piazza Caprera si animerà con il piatto forte della serata: il faccia a faccia tra giurati e vincitori. E non è detto che al gotha del giornalismo non si aggiunga il comico Maurizio Crozza: l'invito è già arrivato sulla sua scrivania e un primo contatto c'è stato anche con la moglie, Carla Signoris, sabato scorso a Santa Margherita per girare un film da protagonista con Dario Vergassola. Un tassello che darebbe ulteriore lustro ad un appuntamento atteso che da anni richiama molto pubblico e che l'amministrazione comunale, in sinergia con la Progetto Santa Margherita srl, ha deciso di mantenere ad alti livelli grazie all'aiuto dei tanti sponsor che credono nell'iniziativa e che hanno permesso alle casse pubbliche di ridurre il budget stanziato, che comprende anche il Premio internazionale per l'Economia che si tiene ogni settembre, dai 60 mila euro del 2008 ai 25 mila attuali. «Questo premio rappresenta da tempo un prestigioso appuntamento per la città - afferma il sindaco Roberto De Marchi -. Lo dimostrano i nomi che siedono sul palco e la grande folla di pubblico che partecipa all'evento da quando abbiamo deciso di trasferirlo nello splendido scenario di piazza Caprera, la nostra agorà».