Si sente male durante una gita: 15enne genovese in ospedale

Un ragazzo di 15 anni di Genova, in gita parrocchiale con un gruppo di coetanei, è stato colto da malore nella tarda serata di lunedì mentre era si trovava a 1400 metri di quota a Fontana Cappa di Peveragno (Cuneo), durante la discesa da cima Bisalta (2241 metri). Il sacerdote che accompagnava il gruppo ha lanciato l'allarme e il ragazzo, che accusava forti dolori allo sterno e problemi respiratori, è stato portato a valle da una squadra del Soccorso alpino. Condotto in ospedale, si è ripreso.
L'incubo vissuto qualche settimana fa nell'hinterland fiorentino è stato fortunatamente scacciato grazie all'intervento dei soccorritori. Il ragazzo - da quanto si è saputo - era in gita con un gruppo di coetanei italiani, cechi e slovacchi, accompagnati da un giovane sacerdote. Erano partiti dalla frazione di San Giovenale di Peveragno dove si trovano in una colonia gestita da sacerdoti di Genova per un periodo di vacanza. Nel pomeriggio avevano organizzato un'escursione con meta la vetta della Bisalta, una delle più conosciute della zona. Quando il quindicenne ha accusato i primi sintomi del malore è stato subito lanciato l'allarme. Il gruppo è stato raggiunto da una squadra di uomini del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese della Stazione Valle Pesio della Delegazione di Mondovì a bordo di un mezzo fuoristrada. Il ragazzo è stato portato a valle dove lo attendeva un'ambulanza del 118 che l'ha condotto all'ospedale di Cuneo. E lì l'incubo si è concluso.