La Spezia diventa una città da crociere

Il giorno delle crociera è arrivato anche per gli spezzini, ma non si tratta di una vacanza, più che altro è un'occasione turistica e di rilancio dell'economia locale. Oggi vi sarà il primo dei 103 attracchi, previsti sino al 27 dicembre, di un nave passeggeri al porto mercantili della Spezia. Si tratta di un evento storico e prima ancora che la tanto attesa stazione marittima prenda forma, arrivano le navi. L'obiettivo, o meglio la speranza, è quello di trasformare La Spezia in una città crocieristica, ma non solo come scalo tecnico per andare a visitare altri luoghi: l'obiettivo è far restare in città molti turisti e portare beneficio all'economia locale.
Il calendario, se pur provvisorio, vede così oltre un centinaio di arrivi. L'Autorità portuale della Spezia con l'occasione della prima nave turistica che attracca ha presentato la nuova stazione crocieristica, se pur temporanea, che è stata allestita a tempo di record nell'ex edificio delle Dogane. Oggi s'inaugura di fatto la stagione crocieristica. La prima nave, in banchina alle 8 al Molo Garibaldi, è la Costa Classica. «Inauguriamo una stagione nuova per la nostra città, fatta di vere opportunità e di prospettive - ha detto il presidente dell'Autorità portuale spezzina Lorenzo Forcieri - con questa prima nave sono attesi circa 800 crocieristi, oltre ai circa 400 componenti dell'equipaggio: sarà un inizio soft, che ci permetterà però di mettere a punto il sistema in vista dei prossimi arrivi. L'arrivo delle navi da crociera fino a dicembre garantirà un flusso continuo di arrivi, con la città che così diventerà turistica e crocieristica a tutto tondo».
Non solo Costa Crociere e Royal Caribbean nel «menù» degli arrivi: in calendario anche le navi di Walt Disney, della compagnia tedesca Aida Cruises, di quella spagnola Ibero Cruceros, della Saga Shipping, di Celebrity Cruises, della Holland America Line, e della Oceania e della Crystal Cruises. Intanto la città si prepara ad essere accogliente con i nuovi turisti. La palla passa al Comune e agli operatori del settore, con il presidente dell'Autorità Portuale che si chiede: «Il Golfo della Spezia è uno dei migliori approdi al mondo. Caso mai c'è da chiedersi come mai solo ora questo territorio si è attrezzato per ricevere le navi da crociera?». Ed infatti il ritmo che precede l'accoglienza non è certo forsennato. Solo una parte dei commercianti ha deciso di rimanere aperta. Eppure sino a ieri la maggior parte si lamentava dell'assenza di questa occasione, ricordando in passato le code di turisti che dovevano imbarcarsi per la Sardegna o la Corsica. Manca però, la stazione crocieristica ed un progetto che realmente attivi il tessuto commerciale.