Spezia ko, il ritorno dell'incubo

Passo falso dello Spezia a Castellammare di Stabia. Gli aquilotti perdono di misura contro la Juve (2-1) e bruciano il tesoretto accumulato nelle due vittorie con Crotone e Grosseto. Adesso i bianchi devono riscattare la prova nell'infrasettimanale di martedì sera contro il Cesena perché la zona rovente è di nuovo lì a due passi. Di certo hanno pesato le assenze di Sansovini e Lollo con Goian e Sammarco usciti nel primo tempo per infortuni.
Guarna: 6 non è responsabile della sconfitta. Salva la porta dal terzo gol intervenendo al 26' del primo su Bruno che lo impegna con un tiro a tu per tu.
Romagnoli: 4 l'autogol pesa come un macigno e sul raddoppio si è fatto sfuggire l'uomo. Prova da dimenticare (dal 35' st Pichlmann: sv pochi minuti per cercare la salvezza che non arriva).
Goian: 5 esce in un momento in cui la difesa era quasi tutta in difficoltà lui compreso (dal 43' pt Madonna: 6 si propone e cerca i compagni, si salva).
Schiavi: 6 dei tre difensori è quello che fa la partita migliore.
Piccini: 5 involuto. Poche progressioni e pochi cambi di passo. È un tornante e non se lo può permettere di stare fuori dal gioco.
Porcari: 6 al rientro dalla squalifica fa il minimo.
Bovo: 6 anche per lui la settimana di stop forzato si è fatta sentire. A differenza del compagno cerca almeno il tiro.
Garofalo: 5 l'altro tornante fa da specchio al compagno Piccini. Non spinge e non fa cross.
Sammarco: sv uscito subito per una botta (dal 26' pt Di Gennaro: 5,5 non è quello di inizio campionato e ormai si è capito. Cerca qualche spazio e niente più).
Antenucci: 5 impalpabile in una zona decisiva.
Okaka: 6 il gol gli dà la sufficienza.