Sport e solidarietà in nome di Andrea

Quella del Genoa Club Andrea Valenti è la storia di un Grifone che ha deciso di non andarsene più dalla Gradinata Nord. È la storia di un ragazzo che una grave malattia ha provato a «rubare» alla sua famiglia, ai suoi amici, al suo Luigi Ferraris. Ce l’ha fatta solo in apparenza, quell’attacco violentissimo di epilessia, a staccare Andrea dal Genoa in una notte del luglio 2006. Ma il suo cuore e il suo nome sono sempre lì, a tifare Genoa e ad aiutare chi è più in difficoltà.
Il 7 settembre (non certo una data qualsiasi) dello stesso anno è stato fondato un club rossoblù che porta il suo nome e che in tutti questi anni è cresciuto e ha fatto tantissimo per la città, per i giovani, per quanti hanno bisogno di una mano. Fin dalla sua costituzione, il club ha adottato a distanza 3 bambini e comprato un computer per Aminata Diallo, la responsabile del centro di accoglienza di Bobo Dioulasso in Burkina Faso. Poi ha sempre organizzato tornei e premi per le scuole genovesi dedicati all'handicap nello sport. Negli anni ha acquistato un defibrillatore alla Croce Bianca, ha aiutato la parrocchia di Boccadasse nel sostegno a un bimbo albanese, o è stato tra i più attivi «amici» di due piccoli orfani che hanno perso i genitori per una tragedia familiare. Val la pena anche di ricordare il contributo alla Casa di accoglienza per neonati dell'Abbraccio di Don Orione Onlus di Quezzi, per sostenere il progetto «madre-bambino» con la realizzazione di una struttura multifunzionale in grado di alloggiare le madri dei neonati già ospitati nella Casa di accoglienza. Ancora, a fine 2008, il Genoa Club Andrea Valenti ha donato alle suore Immacolatine un contributo per la costruzione di un pozzo nella località di Dongora (a 600 Km da Addis Abeba) che disseterà 20.000 abitanti dell'altopiano etiope. Poi la borsa di studio di 1.000 euro a Vittorio Podestà, atleta disabile in carrozzina, campione del mondo di hand bike e medaglia d’argento alle Paralimpiadi di Pechino. Infine forse il fiore all’occhiello del sodalizio: la donazione di un’ambulanza del valore di 70mila euro alla Croce Bianca genovese.
Queste e altre attività non hanno mai perso di vista il ruolo del Genoa Club allo stadio e soprattutto l’organizzazione di tornei di calcio e tennis per i bambini delle scuole geovesi. L’ultimo si è concluso domenica al Tennis Club Valletta (ex IP),quando giugno tutte le squadre e i bambini iscritti hanno partecipato ai tornei finali organizzati in funzione della graduatoria conquistata nel corso delle giornate precedenti giocando sui campi dello stesso TC Valletta (3 campi), del Centro Federale Tennis (4 campi) e del TC Baby del Tennis della Maestra Oddone (1 campo). Una giornata di gioia conclusa come sempre con una mega festa con premiazioni, giochi e lotterie organizzata dal Genoa Club Andrea Valenti. Che ancora una volta ha dimostrato che la malattia non è stata capace di portarsi via quel Grifone che vola sul Ferraris,