Sul trenino di Casella torna «Donne in guerra»

Torna«Donne in guerra», lo spettacolo già menzionato per il premio Ubu come miglior nuovo testo italiano, ideato e diretto da Laura Sicignano del Teatro Cargo. A grande richiesta di pubblico, forte del successo riscosso dalla precedenti rappresentazioni torna lo spettacolo-evento itinerante che si svolge a bordo del trenino di Casella. Cast tutto al femminile con Fiammetta Bellone, Sara Cianfriglia, Arianna Comes, Elena Dragonetti, Irene Serini e Raffaella Tagliabue che dal 30 maggio al 16 giugno viaggeranno a bordo del trenino per raccontare intense figure femminili. Sulla scena si alternano le sei attrici: mogli, operaie o levatrici, staffette partigiane e militanti nazifasciste, donne diverse tra loro le cui esistenze vengono ugualmente segnate dai drammatici avvenimenti del conflitto. Così c'è Elena, una bella ragazza in fuga da una situazione familiare oppressiva, che, sedotta dall'estatica del fascismo diventa ausiliaria nella Repubblica sociale. Accanto a lei si muovono la partigiana Anita e Zaira levatrice che si occupa anche di lavare e vestire i morti. C'è poi la Signora borghese madre di famiglia sposata con un ricco fascista e Maria, la contadina che diventa operaia in fabbrica e viene coinvolta negli scioperi. Infine c'è Irene, strana ragazza che parla poco e dice cose scomposte, il senso delle quali emerge nel corso dello spettacolo, fino all'epilogo che ne svela il tragico vissuto.
Sono dunque già aperte le prenotazioni per rivedere in scena le protagoniste, che si muovono sulla scena speciale della carrozza del treno, un modo originale di coinvolgere il pubblico. Gli spettatori seduti al fianco delle attrici diventano essi stessi protagonisti.