A tavola s'imparano i segreti della comunicazione

L'agenzia di comunicazione che si decide, un bel giorno, a comunicare se stessa: un paradosso in apparenza, un processo naturale in realtà, attuato nel momento giudicato più giusto, dopo trent'anni di attività e di successi che continuano, in controtendenza rispetto alla crisi di mercato. Trent'anni in cui «Dpsonline» (di questa azienda genovese si parla) ha progettato, elaborato e costruito l'immagine (contribuendo anche a un bel po' di sostanza) di primarie strutture imprenditoriali. Mantenendo però un profilo di comunicazione di sé bassissimo, praticamente nullo. I motivi? Una «genovesità esasperata», forse, spinta fino al punto di eleggere la riservatezza a sistema. Ma soprattutto, per Dpsonline - sede in via Pendola, a San Fruttuoso, 14 dipendenti, 300 clienti attivi, un fatturato 2012 di 600mila euro e un trend di crescita - ha prevalso in questi anni la consapevolezza di privilegiare gli interessi degli interlocutori più che l'autopromozione. «Anche perché - sottolinea, naturalmente a bassa voce, uno dei due titolari, Silvano Bonini, 53 anni, (l'altro è Silvio Sciunnach, ancora più riservato...) - per noi vale il passa parola, che testimonia la qualità del nostro apporto professionale».
E dev'essercene stato tanto, di passa parola, dall'epoca dell'esordio, a scorrere la lista dei clienti: un frequentato parterre locale e nazionale, cui Dpsonline, con i suoi quadri e consulenti, fornisce servizi e creatività «dove risorse umane e tecnologia - è sempre Bonini a spiegare - permettono di concretizzare le aspettative di comunicazione simultaneamente su tutti i media». In estrema sintesi: campagne di comunicazione, siti internet, cd rom/dvd interattivi, video, cataloghi digitali, libri e riviste sfogliabili on line, «per offrire soluzioni strategiche, creative e tecnologiche finalizzate a migliorare l'efficacia del business e l'efficienza dei processi aziendali». Un'operatività in espansione, che richiede di volta in volta nuove esperienze e professionalità disposte a «mettersi in gioco» per produrre progetti creativi. «In questo senso - aggiunge il titolare-manager - non facciamo una vera e propria campagna acquisti, in termini di ricerca di personale. Ma è anche vero che esaminiamo con favore qualsiasi proposta che provenga da figure professionali, come programmatori e creativi». Il turn over, che esiste in questo campo e riguarda anche Dpsonline, è motivato anche da un luogo comune ben radicato: «Meglio Milano che Genova, se si vuole emergere nel campo della moderna comunicazione». Ma è un luogo comune destinato a essere smentito dai fatti, proprio qui, nella sede di via Pendola: «Chi c'era e se n'era andato, è rientrato, e non è un caso solo» conferma Bonini. Che comunque è uno che non si crogiola sul passato, ma - con l'assidua collaborazione dell'ufficio stampa affidato a una vulcanica Francesca Sanguineti - pensa come se dovesse sempre ricominciare da capo, come fosse il primo giorno. Proprio di recente, di idee nuove, ne è venuta fuori una decisamente originale. È il tandem Bonini-Sanguineti a esplicitarla: «Abbiamo lanciato l'agenzia social, “Pane, social & fantasia“! In nome della buona comunicazione, quando il web e i social media diventano una questione di gusto». Tanto per dire: «Con i medesimi principi della buona alimentazione, la buona comunicazione è scegliere e usare gli strumenti più adatti, saper trasmettere fiducia, creare reti sociali online e offline, promuovere se stessi e l'azienda con un marketing intelligente. Anche la comunicazione, insomma, non può prescindere da ingredienti sani e di qualità, da una preparazione professionale unita alla passione. Ogni messaggio ha sempre un sapore e produce un effetto, positivo o negativo su chi comunica».
Questione di tecnologia e di gusto, ribadisce Francesca Sanguineti. Da qui nasce l'idea di «Pane, social & fantasia», e la sua prima iniziativa nel campo della formazione: nel mese di giugno, giorni 12, 19 e 26, dalle 18 alle 20, tre incontri presso il Mya Bistrot di via Carrara 250, «dove si servono piatti equilibrati e salutari, con ingredienti a chilometro zero». Titolo: la buona comunicazione, «per creare dialogo, interazione, ma soprattutto per trascorrere un momento di gustosa formazione che inizia con un cocktail d'accoglienza». L'obiettivo delle serate, condotte da Gabriele Cazzulini, esperto di social media e sociologo della comunicazione, è scoprire le migliori modalità di impiego professionale dei social media, anche i più innovativi, conoscere i più interessanti casi di studio e le applicazioni al business. Il tutto mentre si gustano i piatti dello chef Alby, che spiega ai partecipanti i segreti per ottenere il meglio dall'arte culinaria (info sul sito www.panesocialfantasia.it). Per Dpsonline la creatività è anche questo: «È così che vogliamo affrontare la crisi - conclude Bonini -. Se uno fa, è bene che dica. E noi, ora, lo diciamo».