Terzo Valico ed edilizia Quante tensioni in maggioranza

La maggioranza in Regione non poi così modello di sintesi se si pensa che anche negli stessi gruppi nascono versioni differenti su tematiche non marginali. Per esempio il Terzo Valico definita «un'opera costosissima - almeno sei miliardi di euro - e inutile: soprattutto mentre le linee di valico esistenti sono utilizzate solo per un terzo della loro capacità», come afferma il consigliere regionale della Federazione della Sinistra Giacomo Conti. Parole che servivano come replica al compagno di federazione ed assessore regionale ai Trasporti Enrico Vesco: «Appaiono poco comprensibili le parole di Vesco che ha definito “prioritaria” la costruzione del nuovo valico».
«Lo stesso Vesco ha poi applaudito i ripensamenti francesi sulla realizzazione della Tav dalla Val Susa. Come se le due cose fossero indipendenti. Il Terzo Valico è stato proposto come opera di collegamento tra Genova e Milano, con la Torino-Lione e quindi al “corridoio cinque”».
Scontro in commissione II, invece, tra il presidente Massimo Donzella (Lista Burlando) e l'assessore Marylin Fusco sulla visione di una pratica che ha scatenato la reazione del consigliere Pdl Marco Melgrati.