LA TESTIMONIANZAUna vergogna che si ripete troppo spesso anche al Nord

Aprendo il Giornale e leggendo l'articolo del giornalista Pistacchi, ho sentito un pugno nello stomaco, ho visto la foto della piccola Isotta. Era il 17 febbraio del 2010, la cagnolina era molto grave e la stavo portando dal veterinario ma purtroppo non ho fatto in tempo, era sul sedile accanto al mio le tenevo una mano sulla testa quando è morta.
Ho fatto la volontaria al canile di Viguzzolo dal gennaio 2009 ad aprile 2010, ho visto e raccolto documentazione su come erano detenute quelle povere creature, è giusto parlarne, si deve sapere quello che succede in tanti tanti canili del «civile» nord dell'Italia che non hanno niente da invidiare ai tanto famigerati canili del sud.
Chi gestisce queste strutture si arricchisce sulla pelle di poveri animali che hanno avuto il torto di nascere cani, cani che entrano cuccioli e ne escono morti dopo anni di galera: è agghiacciante. La cosa è ancora più grave se si pensa che tutto questo è permesso dalle autorità competenti ed è pagato con il denaro pubblico.
volontaria canile

Viguzzolo