TROPPA CONCORRENZASanremo «chiude» la città ai taxi dei comuni vicini

Dura presa di posizione del consiglio comunale di Sanremo che, in maniera unitaria, si è opposto alla costituzione di un consorzio con Taggia ed Ospedaletti per il servizio taxi. Il principio dell'extra territorialità avrebbe permesso alle auto, con licenza rilasciata da altri Comuni, di andare a lavorare a Sanremo dove si registra maggiore richiesta. Ciò avrebbe comportato una forte concorrenza nei confronti dei tassisti locali. «La nostra volontà politica è quella di non costituire nessun tipo di comprensorio con Ospedaletti e Taggia - ha sentenziato il vicesindaco Claudia Lolli - Sappiamo che c'è una forte crisi del turismo e siamo consapevoli del disastro che potrebbe rappresentare l'aumento di macchine sul nostro territorio». A seguire la seduta erano presenti in aula una trentina di tassisti sanremesi. «Per loro il consorzio rappresenterebbe sarebbe un grave danno», ha detto dall'opposizione Daniela Cassini.