Tunisino arrestato muore mentre va in caserma

Un tunisino di 35 anni è morto l'altra sera a Sanremo poco dopo essere stato arrestato dai carabinieri. Ma - a detta del procuratore della città dei Fiori Roberto Cavallone - non sarebbe un nuovo caso Cucchi. Il nordafricano era stato fermato vicino a un supermercato a Riva Ligure con 100 grammi di cocaina. L'uomo sposato con un'italiana e padre di due figli si è sentito male durante il trasporto in caserma: i militari hanno fatto intervenire il 118 che ha compiuto il trasferimento in ospedale dove è morto. «Sul corpo dell'uomo non ci sono segni di violenza, ma solo un' ecchimosi di un centimetro e mezzo sullo zigomo destro e alcuni graffi su mani e avambracci compatibili con la colluttazione avuta con i carabinieri nata nel momento in cui ha cercato di sottrarsi al fermo», ha detto il procuratore, che ha aggiunto: «Mi sono accertato col medico legale Francesco Traditi, che il corpo non mostrasse eventuali segni di violenza. A parte quelle piccole escoriazioni non c'erano altri segni evidenti o fratture». L'uomo però non sarebbe nemmeno morto d'infarto, si attende l'esito dell'autopsia.

Commenti

franco@Trier -DE

Ven, 07/06/2013 - 10:16

Importante che sia morto questo fuorilegge.Il Signore esiste eccome fa lui quello che non fa l'uomo.