Tutti gli uomini del presidente che non diventano presidente

Alla fine si salva annaspando insieme agli altri sull'ultima spiaggia. Claudio Burlando, grande sconfitto di questo inizio di legislatura, dopo aver visto bruciare tutte le sue strategie politiche, è salito al Colle per chiedere (e ottenere) insieme a tutti gli altri, la disponibilità di Napolitano a restare ancora qualche mese al Quirinale. Giusto il tempo per sciogliere le Camere e rivotare un nuovo Parlamento.
Almeno, questo è il progetto che tutti magari smentiscono ufficialmente, ma che potrebbe aver consentito al presidente della Repubblica di non rifiutare l'invito, risolvendo la situazione di stallo ma evitando anche altri sette lunghi anni di guida del Paese. Ieri mattina, dopo la quinta e inutile votazione, Burlando è andato dal Capo dello Stato, consapevole del fallimento di tutti gli altri progetti portati avanti nelle scorse settimane. (...)