UCRAINO IN MANETTEPicchiata perché rifiuta il rapporto

Un cittadino ucraino di 39 anni, che lavora come badante, è stato arrestato dai carabinieri per sequestro di persona e lesioni personali nei confronti di una prostituta romena di 26 anni. L'uomo, dopo aver avuto con la 26enne diversi rapporti sessuali a pagamento all'interno del proprio appartamento di via degli Storace, le aveva offerto altri 50 euro per una ulteriore prestazione, ma la ragazza ha rifiutato, scatenando la violenza del cliente che l'ha colpita ripetutamente con calci e pugni. Dopo essere stata liberata dai militari chiamati dai vicini, la ragazza è stata accompagnata all'ospedale Villa Scassi, dove è stata medicata e dimessa con una prognosi di 10 giorni.

Commenti

franco@Trier -DE

Dom, 02/06/2013 - 10:46

aveva la residenza? Lo avete fatto cittadino italiano? Allora chiamatelo italiano.

Ritratto di sitten

sitten

Dom, 02/06/2013 - 19:06

I compagni hanno sempre predicato l'internazionalizzazione, ebbene finalmente sono riusciti a realizzarla, con buona pace dei tantissimi cittadini che li hanno supportati.