In viaggio per Modena un furgone di solidarietà

La catena di solidarietà formata dai lettori del Giornale a favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia aggiunge altre «maglie»: al di là dei contributi in denaro, si moltiplicano le iniziative per recapitare sul posto generi di conforto. Ieri è partito alla volta delle zone terremotate un furgone, a cura dell’«Associazione Liguria-Emilia solo andata», per consegnare il materiale raccolto in questi giorni. «I nostri incaricati - spiega Beppe Dellepiane - saranno a Carpi dove sono in programma incontri con alcune persone del posto, al fine di recarsi presso le due tendopoli segnalate per la distribuzione del materiale». Inoltre, dopo le considerazioni espresse su queste pagine da Massimiliano Lussana a proposito dell’azione (o inazione, da leggere: contributi in denaro) dei politici, l’Associazione culturale GenovaGiovane, da oltre un anno attiva nel sociale e nella difesa della cultura, ringrazia pubblicamente per il supporto logistico il Genoa Club Lupi Mannari e la Sezione Lanterna di Sampierdarena per il supporto pratico in termini di risorse umane ed economiche messe a disposizione, oltre a Bruno Ravera per le idee e Davide Rossi della Lega Nord per il supporto organizzativo. «Ci hanno permesso, in modo silenzioso come dev’essere la solidarietà - sottolinea Elena Martelli - di acquistare una forma di Parmigiano Reggiano e venderlo a pezzi a bar, ristoranti e cittadini di Sampierdarena. Il ricavato verrà devoluto alle necessità del Comune di Bondeno». Intanto la società Barabino & Partners, assieme ai clienti - Coin, Fujitsu, PepsiCo, Giochi Preziosi e Icat Food -, ha messo in atto alcune iniziative a favore dei terremotati, tra cui una raccolta di beni di prima necessità, bevande, alimenti in scatola, abbigliamento per bimbi e adulti, giocattoli e computer. Per quanto riguarda, infine, i contributi in denaro più recenti versati sul conto corrente di Banca Passadore, segnaliamo quelli di Salvatore Tambascia e Marisa Robertelli, Gianluca Delucchi, Stimolo, Federico, Francesco e Filippo Lussana, Luigi Merello e signora, Sarah Politi, Pupuz, Cesare Giorio e Anna Tacoli.